• HOME
  • | News
  • | NEWS
  • | Sostegno in favore dell’industria del tessile, della moda e degli accessori

Sostegno in favore dell’industria del tessile, della moda e degli accessori

La misura, prevista dall’articolo 38-bis del “Decreto Rilancio” è finalizzata a “sostenere l'industria del tessile, della moda e degli accessori, con particolare riguardo alle start-up che investono nel design e nella creazione, nonché allo scopo di promuovere i giovani talenti del settore del tessile, della moda e degli accessori che valorizzano prodotti made in Italy di alto contenuto artistico e creativo” mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto.

 

A chi si rivolge?

 

Alle imprese di piccola dimensione di nuova o recente costituzione operanti nell'industria del tessile, della moda e degli accessori, non quotate e che non abbiano rilevato l’attività di un’altra impresa e che non siano state costituite a seguito di fusione.

 

Le imprese devono svolgere almeno una delle attività riportate nell'elenco dei codici ATECO ammessi, come risultante dal codice “prevalente” di attività comunicato al Registro delle imprese.

 

Cosa finanzia?

 

progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi elementi di design;

progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni di processo produttivo;

progetti finalizzati alla realizzazione e all’utilizzo di tessuti innovativi;

progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili;

progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni digitali.

 

I progetti devono prevedere spese ammissibili non inferiori a euro 50.000 e non superiori a euro 200.000

 

Che agevolazioni prevede?

 

Il contributo è concesso nella misura del 50% delle spese sostenute e ammissibili.